Pagine

giovedì 8 dicembre 2011

Scatolina vero falso

Piegare a formare un rettangolo
Aprire, rovesciare il foglio e piegare le punte verso il centro
Rovesciare di nuovo
Piegare ancora le punte verso il centro...
... così
Rovesciare (qui dentro mettevamo le dita per giocare)
Rovesciare
Rovesciare e riempire
Lo facevamo da bambini ma lo usavamo al rovescio di come l'ho usato questa volta per mettere la frutta secca.
Mettevamo il pollice e l'indice dentro le parti dove ci sono le noccioline e chiudendo e allargando si vedevano le varie facce. Non ricordo se ci scrivevamo i numeri o le coloravamo ma giocavamo ad indovinare cosa sarebbe uscito.
Poi l'ho visto usato così nel sito di Martha Stewart e aiutandomi con le sue spiegazioni, anche se sono in inglese, sono riuscita a farlo di nuovo. Nel sito ci sono dentro dei confetti, io ho messo quello che avevo in casa.
Ho usato un foglio quadrato di 21 cm di lato.

Istruzioni in inglese.

Aggiornamento del 10.12.2011: un grazie a Germana che si è ricordata che lo chiamavamo "Inferno - Paradiso"  e che coloravamo le facce metà rosse e metà azzurre.

15 commenti:

  1. Hai macinato km e km per andare a scomodare la Martha in America, quando poi potevi venire da me, a piedi, senza fatica: CLIC

    :D :D :D

    RispondiElimina
  2. Siiii, lo facevo anche io! è geniale usarlo al contrario!

    RispondiElimina
  3. Comodo e interessante grazie !
    Mandi

    RispondiElimina
  4. Ciao Laura!!!! Pensa che io li uso come porta confettini sui tavoli!!!!
    Che bello leggerti, sai che ho ancora tante scatoline di carta fatte sui modelli che hai proposto tu?!!!

    Un bacio grandissimo

    Fabi

    RispondiElimina
  5. Ora é tardi, ma domani devo provarla.

    RispondiElimina
  6. Vero Trilli, è geniale. Tu ricordi come lo chiamavamo questo giochino?

    Rosetta un abbraccio

    Fabianaaaaaaaaaa! Che bello leggerti. Dove l'ho trovato infatti lo proponevano come porta confetti.

    Azzurra fammi sapere. Ciao

    RispondiElimina
  7. non passavamo da qui da mooolto tempo! Sei sempre una grande!baci e buone feste

    RispondiElimina
  8. CIAO LAURA, vedo che oltre di uncinetto ti intendi anche di origami.
    anche io vado a sbirciare da Martha, e` una fonte di ispirazione very nice.
    mi piace guardare il tuo blog perche` ci sono sempre delle novita`.
    ciao
    sabrina

    RispondiElimina
  9. Lauretta e Mary grazieeeeeeeeeeeee

    Sabrina grazie. Mi piace cambiare e provare. Ho cominciato anche il tuo braccialetto ma quasi, quasi mi stavo per sparare. Il filo, anzi i 6 fili per tre volte, infilati in 3 agoni...che mi si impigliavano in ogni dove...
    Adesso ho bisogno di far passare del tempo perché oltre tutto ho finito anche il filo...
    Ho fatto una foto.
    Quando mi sentirò pronta ad affrontare di nuovo il braccialetto, lo finirò, vada come vada. Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Siiii anch'io lo facevo da piccola, era colorato per metà rosso e metà azzurro, si faceva "inferno-paradiso"
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  11. Veroooooooooo!!! Era inferno paradiso!
    Stasera ne avevo parlato anche con mia sorella e neppure lei ricordava il nome di questo giochino. Grazie Germana! Lo aggiungo nel post.

    RispondiElimina
  12. aiutoooo...come riesci ad amidare quelle meravigliose creazioni? ti chiedo una lezione Grazie
    marina

    lobarcomarina@libero.it

    RispondiElimina
  13. Marina ti riferisci alle piccole cose fatte all'uncinetto? Se cerchi nel blog c'è scritto, guarda qui per esempio:
    http://laura-fa.blogspot.com/2011/04/barattolino-quadrato.html

    RispondiElimina
  14. Carissima laura , grazie dei tutorial fantastici degli alberelli , te lo volevo dire ma poi facendoli tanti mi è passato nella mente :( scusami tanto stò lavorando tanto per regali di Natale sia alberelli che portatovaglioli!!
    Un'abbraccio
    Buona domenica Anna

    RispondiElimina
  15. Buon lavoro Anna! Un abbraccio

    RispondiElimina