Pagine

sabato 9 ottobre 2010

Biro ricoperta con nome




Tanto tempo fa chi faceva il militare, per passare il tempo libero, ricopriva le penne bic con del filato e, mentre ricopriva, scriveva anche il nome.
Ho cercato e cercato in rete ma non sono riuscita a trovare niente.
Io ho fatto così ma un militare di allora mi ha detto che erano fatte in maniera diversa.
Qualcuno ne sa di più e mi può aiutare? Mi piacerebbe moltissimo vederle.

Ho messo i filati che formano il nome in orizzontale sulla penna.
Iil filo viola è arrotolato intorno alla biro e ogni tanto incollato con il vinavil.
Per formare le lettere ho passato i fili lilla e rosa sopra al viola.

Ho usato una biro lunga solo 11 cm (compreso il cappuccio)

Flavia del blog "Flavia: il mio magico mondo" ha ritrovato la penna che le fece il fidanzato da militare.
Guardate com'è bella! La potete vedere qui.
La mia.... è tutta un'altra cosa.

Aggiornamento del 28 novembre 2010
Un nuovo amico, Paolo, sa fare le biro ricoperte e sta provando ad insegnarmi. Sono contentissima!
Grazie Paolo, mi rendo benissimo conto che non sia facile spiegare per scritto ma prometto di applicarmi.
Incollo qui quello che ha scritto in un commento che non ho pubblicato perché c'era anche la sua e.mail.
"Ciao a Voi tutti sono Paolo
per cominciare il filo che devi usare è seta cerato tipo questo http://atelierdart.forumcommunity.net/?t=32787029 scorri la pagina fino a che non trovi il filo.
ora Vi spiego come sono capace io:
N°1 prendi una penna bic
N°2 prendi il filo di base cioè quello che va sotto, la misura deve essere la lunghezza della penna più a piacere la lunghezza del pennacchio, presa questa lunghezza raddoppi il tutto e tagli, fai tanti fili quanto bastano per ricoprire la penna (considera che vanno ripiegati).
N°3 per sapere quanti te ne servono cominci a fare delle prove e fai in questo modo:devi prendere il filo che arrotoli fuori ovviamente di un colore diverso dalla base, prendi la bic gli togli l'anima dentro cioè la cartuccia, il tubicino quando è vuoto ci metti dentro 10 cm di filo quello che devi arrotolare, rimetti dentro la cartuccia quindi avrai la bic con un filo che esce dalla punta.
Premetto che noi che abbiamo fatto il militare ci ingegnavamo nel modo migliore per questo passaggio che ti sto spiegando perchè se non fai bene l'inizio la penna ti si srotola,
io personalmente mettevo la penna bic dritta per verticale e la scocciavo con lo scotc ad un lato della sedia o della branda ed all'atro lato ci legavo il filo quello che ci devi girare intorno alla penna praticamente mi veniva tipo un filo dei panni teso (spero di essermi spiegato.
N°4 questo passaggio benche facile devi essere precisa, devi fare delle cappiole con i fili di base intorno al filo steso cioè penna a destra e filo a sinistra come te la spiego la cappiola??
prendi uno dei fili che hai in precedenza tagliato lo pieghi a metà lo poggi davanti filo steso e passi i due lembi sotto attorno al filo steso e passi dentro alla piegatura del filo tiri i lembi e la cappiola è fatta.
devi tirarli molto bene stretti altrimenti non viene quel cordoncino bello all'inizio della penna.
Ne fai un pò e li avvicini dalla parte della penna e calcoli se sono sufficienti per ricoprirla tutta in piu sono megli in meno no perchè viene male il nome.
Adesso ti saluto se mi fai sapere se sono stato chiaro proseguo altrimenti mi fermo.
Ciao a presto
Paolo"

Paolo fino a qui credo di aver capito.
Il filato da usare è questo di seta fuxia? Non capisco però perché lo chiami cerato.
La cappiola potrebbe essere quella della foto numero 1 in questa pagina?
Se ce la faccio domani provo fino a dove hai spiegato e metto la foto.
Grazie

Aggiornamento del 30 novembre 2010
Paolo è stato gentilissimo e mi ha mandato le foto. Guardate come sono belle queste penne.



Questa è stata fatta da Paolo nel 1991

Questa invece è stata fatta da Paolo 24 anni fa. Bellissima!




Questa Paolo l'ha fatta oggi per farmi vedere. Ha scritto che il filato non è adatto perché si sfilaccia ma era l'unico filato che avesse in casa.

Aggiornamento del 1° dicembre 2010
Arrivati al punto che abbiamo fatto tutte le cappiole e ne abbiamo fatte a sufficienza per ricoprire tutta la penna (Melius abundare quam deficere (Meglio abbondare che scarseggiare))comincia il bello, da questo momento in poi prende vita la penna ci si puo sbirrarrire a cominciare con delle strisce in un colore e poi un altro, sfilacciare un abbombatura tutta intorno vedi foto quella verde con scritta 91 queste sono varianti per abbellire la penna.
PRECISAZIONE
In una precedente e-mail con Laura mi ha chiesto come fare delle varianti di colore,
per fare quel tipo di gioco di colori bisogna tornare un passo indietro,
quando si fanno le cappiole in mezzo ai fili di base ci si mettono i vari fili di un colore diverso MA DEVI OBBLIGATORIAMENTE FARE QUESTI FILI MOLTO MA MOLTO PIU' LUNGHI.perchè quando poi li arrotoli alla penna non avresti la lunghezza sufficiente.
(considera che almeno 10/12 fili devono essere tutti vicino e dello stesso colore che serviranno per la scritta )
Precisata questa cosa dei colori che li farai a tuo piacimento proseguiamo con la penna l'arrotolamento e con la scritta.
Adesso tu avrai la penna con il filo infilato dentro per circa 10 cm il filo con tutto il rocchetto e tutte le cappiole infilate a dovere in modo che coprono tutto,
sempre per lo stesso motivo che ti dovevi ingegnare per fare le cose da solo io proseguivo in questo modo:
prendi il rocchetto del filo lo srotoli circa mezzo metro dalla penna lo posizioni al centro di una sedia e ti ci siedi sopra con il filo che ti passa in mezzo le gambe prendi la penna con tutte le cappiole che te la troverai all'altezza delle ginocchia ,
il filo deve essere in tiro altrimenti la parte che ricopre la penna sarà lento e quindi non viene bene.
A questo punto cominci a girare la penna
ed avrai le cappiole che coprono la penna
il filo in tiro teso sotto il sedere la penna altezza ginocchia.
comincia a girare e vedrai che la penna prende vita.
puoi alternare i vari colori dei fili (avendo l'accortezza di mandare sotto li filo del rocchetto e tirare fuori il filo di diverso colore, gira a questo punto il filo che hai preso da sotto per un pò e poi ritiri fuori in filo iniziale e rimetti sotto quello di diverso colore, continua ad arrotolare la penna ,quando ti finisce il filo del rocchetto srotolalo un pochino e prosegui.
Siamo arrivati al nome,
adesso ti troverai la penna che ci avrai arrotolato un paio di cm di filo,
facciamo finta che devi fare la L
e supponiamo che come grandezza di lettera vuoi usare circa 10 fili,
quindi prendi 10 fili li alzi e sotto ci fai 2/3 giri di filo del rocchetto,
ne abbassi i primi 7 da sopra e così ti rimarranno fuori 3 fili i 7 sono tornati a loro posto,
fai circa 5/6 giri di filo del rocchetto poi abbassi i 3 fili che erano rimasti fuori fai altri due tre giri di filo del rocchetto quarda la penna e a questo punto DEVE essere comparsa la lettera L.
per il resto delle lettere stessa cosa.
Fai in modo che il filo che giri sia sempre in tiro.
Prosegui fino a fine nome.

Paolo, le spiegazioni mi sembrano chiare. Continuo con la mia prova. Grazie

Aggiornamento del 2 dicembre 2010
Buona sera a tutti Voi sono Paolo
proseguo con la fine della spiegazione della penna.
Una volta scritto il nome,uno può scegliere di abbellire con qualche decoro di colore differente il resto della penna.
Arrivati a circa tre o quattro giri prima della FINE della penna bisogna cominciare a fare la chiusura e pure questa operazione va fatta sempre con il filo in tiro altrimenti i nodini finali non vengono bene.
A questo punto noi ci troveremo la penna ricoperta fino a tre o quattro giri dalla fine, tutti i fili sotto ben aderenti senza spazi vuoti, cioè non si deve vedere la plastica della penna, ora dovete cominciare a prendere un filo (sempre a tre o quattro giri dalla fine)e cominciare a fare un nodo un vero e proprio nodo MA facendo attenzione di tenere il filo del rocchetto sempre in tiro e di fare il nodo usando SOLO IL FILO DEL PENNACCHIO.
Fatto il primo secondo ecccccc nodi seguendo sempre l'andatura dell'arotolamento della penna e SOPRATTUTTO FACENDO I NODI SEMPRE UGUALI (mi spiego meglio se inizi a fare il nodo faccio per esempio filo iniziale con il rocchetto in tiro filo dello spennacchio e fai il nodo passando sotto il filo dello spennacchio i successivi nodi SEMPRE SOTTO deveno passare)dicevo prima della parentesi fai i nodi tutti uguali nello stesso modo vedrai che formerai un elicoidale sembrerà strano ma si forma una bella chiocciolina finale.
Poi se ti piace fare il finale (oltre alla chiocciolina) vedi da prima foto della penna rosa con scritta amore vedi il finale è fatto con il filo del rocchetto girato intorno a tutti i spennacchi per i giri e la lunghezza che ti piace, poi prendi un filo dentro al mazzetto e gli fai un doppio triplo nodo per sicurezza prendi ancora un altro filo e fai altri due o tre nodi.
Amici del forum siamo arrivati alla fine della penna spero di essermi spiegato al meglio Io ho fatto il possibile per trasmettervi quello che sapevo.
se avete dei problemi Io tramite il forum Vi rispondo.
Spiegarvi come si fa la penna ricoperta è stato come un tuffo nel passato, queste esperienze non si dimenticano mai.
Sicuramente troverete all'inizio qualche difficoltà ma
Non rinunciare ad un sogno solo perchè pensi che ti ci vorrà troppo tempo per realizzarlo, il tempo passerà comunque.
ciao a tutti e buona sera
Paolo 


Paolo grazie.
Su quest'ultima parte mi sa che ci devo ragionare di più ma sono sicura che con il tuo aiuto ce la farò.
Sono daccordo con te: non rinuncerò ad un sogno.

Grazie a Paolo ho fatto la mia prima "bic ricoperta come facevano i militari".

112 commenti:

  1. è vero Laura quando ho visto questa mi sono venuti i lacrimoni perchè mi hai fatto andare col tempo di quando il mio ragazzo (attuale marito) mi regalò una penna col mio nome( l'ho da qualche parte se la trovo la pubblico così la vedi) simile a questa, più bella, senza offesa, e questo ragazzo che lo faceva per passare il tempo e guadagnarci qualcosina per i suoi svaghi. e mi ricordo che mio marito mi disse che era sveltissimo oltre che bravo!!! lo chiederò amio marito chi fosse questo ragazzo chissà che lo trovi da qualche parte....

    RispondiElimina
  2. Avevo visto altri lavori fatti dai militari, tipo centri, ma questo mai e il risultato mi piace.
    Se dovessi incontrare qualche vecchio militare m'informerò ;0)

    RispondiElimina
  3. Grazie Flavia, mi farebbe tanto piacere vederla se riesci a trovarla.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo in rete non si trova nulla sull'argomento!
    Anche io ho cercato più volte ma... niente da fare, non c'è proprio niente!
    E mi pare anche strano visto che era una pratica usatissima!

    Il tuo risultato non è mica male però! ;)

    RispondiElimina
  5. Sì Anna, è vomunque un'esperimento nuovo.
    Speriamo che Flavia riesca a saperne di più.
    Flaviaaaaaaaaa!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. allora non sono riuscita a trovarla ma ti prometto che appena la trovo te la faccio vedere (di solito conservo tutto!) ho chiesto informazioni a mio marito e mi ha detto che questo ragazzo (che poi tramandava ad altri ragazzi questa tecnica...contagiosa!) usava la testata del teletto a mò di telaio dove leui legava i fili che servivano per decorare la penna tanti colori quanti sono i fili e poi li incastrava...ma ovviamente mio marito non si ricorda bene i passaggi..bisognerebbe trovare questi ragazzi e contattarli!!! però il tuo tentativo non è male solo che quello che avevo io era coi fili più sottili e aveva anche la nappina sulla testa della penna (senza usare il cappuccio!)

    RispondiElimina
  7. animeacolori.forumfree.it/?t=13125369 c'è questo forum che lo spiegherebbe ma bisogna iscriversi...ci ho provato ma non riesco a entrarci!!! prova tu e fammi sapere!!

    RispondiElimina
  8. Dai che ce la facciamo Flavia!
    Io ho usato del cotone n.5. E' grosso naturalmente ma siccome la biro è piccolina, nella foto può sembrare anche più grosso.
    Anche a me quel signore ha detto che fissavano tanti fili in alto alla "bic" (lui parla di bic di allora) che poi fissava riinfilando il ricambio della biro. Ho il dubbio che tessesse proprio i vari filati, non come me che ho arrotolato.
    Mi ha detto che il filato era più sottile ma non ricorda cosa fosse.
    Non mi ha parlato della nappina.
    Anche sua moglie mi ha detto che pensa di averne ancora una ma che non è riuscita a ritrovarla. Speriamo!
    Grazie del tuo aggiornamento. Ciao

    RispondiElimina
  9. Maria, Flavia non mi era arrivato l'avviso del vostro commento, mi sono accorta quando sono entrata in bacheca e l'ho pubblicato.

    Maria/Clem ci conto. Un bacio.

    Flavia ci provo. Sai che non ricordo se una volta mi ci sono già iscritta? Vado, grazie

    RispondiElimina
  10. Flavia ero già iscritta ma non riesco a trovare niente. Cosa hai cercato?

    RispondiElimina
  11. Forse ho trovato.
    Biro, nei progetti, solo per utenti registrati, ma c'è una biro ricoperta con lo scoubidu, più o meno come quella che ho già messo nel mio blog.
    Tu avevi visto altro?

    RispondiElimina
  12. Un signore ha lasciato un commento ma preferisco non pubblicarlo perché c'è il suo indirizzo email.
    Incollo cosa ha scritto:
    "Io ricordo quando le facevo ma non solo con il nome, ci facevo: bandiere, fiori, e disegni creati con la fantasia. la penna veniva bella a secondo del filo comprato. non doveva essere troppo grosso come vedo qua, ma neanche troppo fino. setato era meglio. si usavano contemporaneamente diversi colori a secondo di cosa volevi creare. si infilavano dalla parte della punta un minimo di 5 fino ad arrivare a 10 fili a secondo della disponibilità economica che aveva il militare:-) poi si decideva qual'era il filo madre che faceva da copertura ma potevano essere più di uno ad esempio mettiamo il caso che dopo aver infilato i fili nella punta e messo di nuovo la punta con tutto l'inchiostro- si iniziava a girare intorno alla penna con il filo madre tenendo gli altri sotto ben tirati verso l'alto della penna e distribuendoli per bene intorno alla penna altriment veniva il bozzo. poi si poteva continuare con un nuovo colore e lasciare gli altri sotto il gioco e fatto. Sarebbe Facile con una foto ma appena trovo un po di tempo la faccio e ve la posto:-))"

    Grazie e mi/ci farebbe molto piacere vedere la foto quando puoi.
    Ti scrivo una e.mail così rimaniamo in contatto.

    RispondiElimina
  13. Laura, ho chiesto a mio marito perchè mi sono ricordata che a suo tempo mi regalò una di quelle penne: non l'aveva fatta lui, ma un suo amico bravissimo anche a lavorare ad uncinetto: mi ha spiegato lo stesso modus operandi descritto dal tuo gentile commentatore... sento che la soluzione definitiva è vicina! ;)

    RispondiElimina
  14. Lo spero anche io Anna. Grazie

    RispondiElimina
  15. LAURAAAAAAAA VEDI SUL MIO BLOG IL POST DELLA PENNA!!! E'FATTA COI FILI SETATI!!! MA NON SI CAPISCE L'INTRECCIATURA!!! VEDI TU SE CI RIESCI!!!

    RispondiElimina
  16. SUL QUEL FORUM NEANCHE CI SONO POTUTA ENTRARE MA PURE IO HO TROVATO QUELLO CON LO SCOUBIDU...MA SICURAMENTE C'è QUALCOSA SU INTERNET...BISOGNA TROVARE LA PAROLA CHIAVE!!!!

    RispondiElimina
  17. Flavia vengo subitissimo ma se tu che la vedi non riesci a capire come poter fare, come potrò capirlo ioooooooooo!!!!!!!!!
    Sono curiosissima, ti rispondo da te

    RispondiElimina
  18. ciao
    io di quelle penne ne ho fatte alcune da ragazzo e non da militare. con nomi e anche cuoricini ma il metodo era un po' meno sempliciotto di quello che vedo in foto e poi c'era anche il gran finale sulla sommità della penna. stavo pensando di riprendere a farne.. peccato che non ne ho conservate.

    gianpaolo - napoli

    RispondiElimina
  19. Gianpaolo grazie anche per la tua testimonianza.
    Se tu riuscissi a farle di nuovo sarebbe molto bello. Mi sembra importante riuscire a tramandare quello che sappiamo.
    Naturalmente mi piacerebbe capire bene come fare e possibilmente imparare.
    Guarda nel blog di Flavia, è riuscita a ritrovarne una. Bellissima!

    RispondiElimina
  20. ciao sono antonio sto lavorando per ricordare il tutto poi la faccio con il tuo nome dimmi i colori che preferisci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se poui conttatarmi al numero 2 al n. 3208151252 o al mail baco66m@libero.it vorrei commisinarti pagando la confezziione di un penna con il nome patrizia con i colori rosso per il nome e verde bianco e giallo

      Elimina
    2. antonio del 19 novembre 2010 sei ancora rintracciabile?

      Elimina
    3. Anonimo (ma perché non scrivete un nome?) ho pubblicato la tua richiesta ma non credo che Antonio sia rintracciabile. Bisognerebbe passasse di qui e leggesse la tua richiesta. Neppure tu vedrai quello che ti ho scritto se non ripassi da qui.

      Elimina
    4. scusa laura sono patrizia di milano,sempre io,ciao

      Elimina
  21. Sei Antonio di Tiziana? Grazieeeeeeee!!!!!!!!!!
    Giallo marrone arancio... colori caldi insomma.
    A te la scelta.

    RispondiElimina
  22. Ciao mi chiamo Paolo ed ho fatto anche io il militare e di penne ne ho fatte molte noi facevamo anche delle bottigliette ricoperte quelle degli estrattini di liquore.
    Comunque io i passaggi me li ricordo tutti tanto è vero che circa sei mesi fa ne ho fatta una a mio figlio giallo e rossa se tu mi dici il tuo intoppo io spero di poterti spiegare come si procede cia e a presto

    RispondiElimina
  23. Paolo grazie ma credo la mia biro sia tutta un intoppo dopo aver visto quella vera nel blog di Flavia. Tu non hai un blog immagino? Non mi/ci potresti far vedere i passaggi? Mi piacerebbe proprio tanto. Grazie

    RispondiElimina
  24. Ciao.un mio amico fa queste penne su richiesta. se vuoi ti do la sua meil.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie anonimo, sarebbe molto utile anche per me se potessi pubblicare la sua mail.ho parlato con laura ma lei non ne fa su richiesta,grazie mille patrizia

      Elimina
    2. sto cercando di rintracciare l'anonimo che il 26 novembre 2010,parlava di un suo amico che fa penne su richiesta,help,se leggi il mio messaggio ti invito a rispondermi.grazie patrizia

      Elimina
    3. Patrizia mi dispiace ma non conosco la mail dell'anonimo. Ti piacciono proprio! Dove abiti Patrizia?

      Elimina
    4. abito a milano,speravo che l'anonimo in questione si rifacesse vivo,si,mi piacciono proprio tanto.rimango comunque fiduciosa di riuscire a ottenere qualche indicazione utile grazie per l'interessamento.ribadisco vorrei farmi preparare penne con i nomi patrizia,simone,federica,alessandro,gabriele.grazie

      Elimina
    5. Patrizia, se sei ancora interessata per le penne io te le posso preparare.....fammi sapere

      Elimina
    6. Anonimi.
      Ma se non vi firmate come fate a capire chi siete?
      Continuo a pubblicare le vostre richieste ma credo di essere arrivata al limite della sopportazione. Ok! Va bene commentare come anonimi ma un nome come firma lo potreste anche indicare.

      Elimina
    7. ciao anonimo del 4 ottobre 2013,mi dispiace molto per il ritardo con cui ti do riscontro ma non mi era più capitato di visitare questa pagina spero tu sia ancora rintracciabile io sono di milano,numeri tel 3809903108 e 3208151252,ti ringrazio per l'interessamento e mi rammarico di non aver scritto fino ad ora ma non ho avuto tempo

      Elimina
    8. scusa dimenticavo la mia mail patriziasonia2013@hotmail.it

      Elimina
    9. Patrizia, ho pubblicato di nuovo le tue richieste con tutti i tuoi riferimenti (ma sei sicura di voler mettere la tua e.mail pubblica su internet?).
      Come prima, se chi può aiutarti non torna a vedere il post io non ti posso aiutare

      Elimina
    10. ciao laura grazie del riscontro,non penso che mi crei problemi pubblicare la mail,visto che si tratta di una richiesta normalissima,ti ringrazio ancoraper avermi pubblicata e aspetto fiduciosa ciao

      Elimina
    11. Patrizia non è per quello che hai chiesto ma è perché nella tua email potrebbe arrivare qualsiasi cosa: virus, spam...
      Comunque, contenta te.
      Ciao

      Elimina
    12. speriamo non succeda aspetto fiduciosa che l'anonimo torni a farsi vivo ciao laura

      Elimina
  25. Paolo ho letto il tuo commento ma siccome avevi messo la tua email non l'ho pubblicato per non renderla pubblica.
    Stamani ti avevo scritto ma forse non ti è arrivata la mail perché hai lasciato un nuovo commento.
    Te lo scrivo qui e pubblico sopra le tue istruzioni.
    Prima di tutto ti ringrazio tanto, non sai quanto mi rendi felice e penso che anche altre amiche lo siano.
    Pensavo di fare così. Intanto pubblico nel post le tue istruzioni (senza l'email naturalmente) e scrivo lì quello che non capisco.
    Avrai la pazienza di seguirmi?
    Grazie

    RispondiElimina
  26. certo così a parole ti ci perdi...non credo di aver capito bene...ma forse con la biro e i fili si può provare...certo u video non sarebbe male...basta fare il video con la digitale e viene benissimo...certo poi lo deve postare...
    a presto
    flavia

    RispondiElimina
  27. dove posso trovare il filo di seta cerato,aiutoo,non so dove cercarlo,vi prego aiutatemi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il filo che cerchi non è in seta e nemmeno cerato, si tratta di Ryon.

      Elimina
    2. Sì, grazie anonimo.
      Qui ne parlo
      http://laura-fa.blogspot.it/2010/12/magie-di-internet-bic.html

      Elimina
  28. Anonimo io l'ho trovato in una merceria ma era una rimanenza. Non credo lo producano più. Per lo meno la commessa mi ha detto così. Se guardi nel post dove dico di aver ricoperto la bic
    http://laura-fa.blogspot.com/2010/12/magie-di-internet-bic.html
    vedi il filato che ho comprato. Si chiama Rayon puro ma non mi sembra cerato. Lo chiamano seta militare. Spero tu sia fortunato/a, ciao

    RispondiElimina
  29. ciao laura mi chiamo salvatore ,io sono uno di quei militari che faceva queste penne ,non sono difficili da fare,devi avere solo molta pazienza.Quando le regali sono molto apprezzate

    RispondiElimina
  30. Ciao Salvatore
    Ci ho provato con le spiegazioni di Paolo e qualcosa sono riuscita a fare. L'hai vista?

    RispondiElimina
  31. ciao laura sono salvatore, si l'ho vista il sistema e questo devi arrotolare la penna con un filo e usare quelli che sono sotto per scrivere il nome. Quello che devi migliorare sono il principio e il finale della penna.Con questo sistema si fanno anche i braccialetti.Quello che non so e come mandarti la foto per farti vedere una penna fatta da me,e so anche fare braccialetti, fatti di nodi con il nome scritto ciao un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mi piacerebbe tanto imparare a fare le penne e anche bracciali questave la mia email maria781@hotmail.it

      Elimina
  32. Salvatore mi farebbe piacere vedere le tue creazioni.
    Potresti usare il servizio di
    http://www.imageshack.us/
    per mettere on line le tue foto.
    Grazie

    RispondiElimina
  33. Ciao Laura
    sono Salvatore,ho messo tre foto nell'indirizzo che mi hai suggerito,mi piacerebbe sempre se e possibile che le mettesi nel tuo blog.Un saluto ciao.

    RispondiElimina
  34. Salvatore se non mi indichi il link delle tue foto io non le posso trovare

    RispondiElimina
  35. cia laura sono salvatore, credo che questi sono i link delle foto.http:/img23.imageshack.us/i/p4190053q.jpg/ http:/img41.imagesh ack.us/i/p4190052o.jpg/_ http:/img824.imageshack.us/i/p4190049d.jpg/spero siano questi,altrimenti non so come funziona un saluto

    RispondiElimina
  36. ciao laura ti mando due foto di un'altro mio lavoro un saluto da salvatore http://img6.imageshack.us/i/p4220053l.jpg/ http://img22.imageshack.us/i/p422052.jpg/ buona pasqua

    RispondiElimina
  37. Ciao Laura ho letto il tuo blog e mi hai fatto riemargere tanti ricordi . Circa 18 anni fà da militare facevo queate fatidiche penne ed ero piuttosto bravo.
    Mi facevo le serate facendole su ordinazione.
    Non ne ho più trovata neanche una .
    Mi hai fatto venir voglia di riprovare e in tempo un paio d'ore frazionete qua e la tempo permettendo ne ho fatta una per mia figlia.
    http://imageshack.us/photo/my-images/196/1007682l.jpg/
    Ho usatodel nastro per pacchetti regalo e come vedrai non viene precisa precisa.


    Ciao Fabri

    RispondiElimina
  38. Ciao Fabri, la tua penna è bellissima anche fatta con il nastrino per pacchetti. Non credevo fosse possibile farla con quel materiale, credo che io non ci riuscirei. La mia esperienza di bic ricoperte si limita ad una che sono riuscita a fare con le spiegazioni di Paolo. L'hai vista?
    Se mi autorizzi mi piacerebbe mettere la tua bic nel blog, mi sembra molto interessante far vedere che chi le sa fare bene, riesce a ricoprirle anche con altri materiali.
    Grazie, è bello che internet dia la possibilità di non perdere queste conoscenze.

    RispondiElimina
  39. Ciao Laura,la tua penna l'ho vista : è perfetta .
    La mia è imperfetta , fatta velocemente e con un materiale scomodo. Ho dovuto attorcigliare il nastro per renderlo tondo e non piatto. Se ti fa piacere posta pure la foto. E grazie per avemi fatto ricordare ...... In più è contenta anche mia figlia , ora ha una bic personalizzata.
    Ciao Fabri

    RispondiElimina
  40. Fabri grazie a te. Posso solo immaginare la difficoltà che hai avuto usando il nastrino da pacchi. Ciao

    RispondiElimina
  41. Fabri ho messo la tua foto nel blog. La trovi qui
    http://laura-fa.blogspot.com/2011/05/lavori-dei-lettori-del-blog.html

    RispondiElimina
  42. Ciao Laura, l'ho vista Grazie. I lavori di Salvatore sono notevoli .... BRAVO !!!
    Pensa che parlando con mio padre ( 30 anni di stecca )mi diceva che le fatidiche penne le facevano anche ai suoi tempi e oltre a quelle facevano delle cinture con una treccia ricavata solamente dalla stessa cintura tagliata in tre per lungo solo nella parte centrale (quanto lunga si volesse la treccia),poi non so con quale tecnica gira e intreccia ne usciva una spendida cintura intrecciata . Passatempo da "Nayoni" di qui tempi. Ne hai mai sentito parlare?
    Ciao Fabri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già..... i tempi in cui si intrecciava la cintura della drop...... se trovo il tempo ne faccio una e posto la foto.

      Elimina
    2. No Laura, non sono Fabri..... credo che Fabri possa avere l' età di mio figlio :-D Sono io che ho scritto che se trovo il tempo di fare una cintura intrecciata poi faccio le foto e le posto qui.... e se riesco a trovare del Ryon vedo di rispolverare un pò la cervice e fare nuovamente qualche penna...... pensa che io le bic le accorciavo e le infilavo dentro i bossoli del FAL e poi ricoprivo il tutto con la stessa tecnica della penna ;-)

      Elimina
    3. Ok! Sei tu?!?!? Io non so mica cosa siano i bossoli del Fal, forse cartucce?!??! Rispolvera, rispolvera... penso sia emozionante riprovarci.
      Se fai le foto me le dovrai mandare via email perché nei blog possono postare solo gli autori e quindi in questo blog solo io, Laura.
      Eventualmente scrivimi il tuo indirizzo e.mail (che non pubblicherò) e ti contatto io. Anche il tuo nome naturalmente.
      Ciao e grazie per la tua testimonianza.

      Elimina
  43. Fabri no, non ne ho mai sentito parlare ma mi incuriosisce molto anzi mi è venuto in mente che da qualche parte ho visto come intrecciare facendo solo dei tagli centrali. Chissà dove però!
    Ho sentito parlare di scialli che facevano i militari ma non ho trovato niente sull'argomento.
    Tuo padre ne sa qualcosa? Peccato perdere queste conoscenze. Se trovo qualcosa, lo aggiungo qui. Ciao

    RispondiElimina
  44. Anche io da militare mi dilettavo a fare queste penne, si tratta di diversi anni fa, quindi leggendo quello che hai pubblicato sul blog mi è tornato a mente.
    Ho una bambina di 7 anni e voleva farla, così per ricordarmi qualcosa avevo cercato bic ricoperta con nome ed ho trovato il tuo blog che mi ha riacceso vecchi ricordi.
    Le penne le ho imparate a fare quando per l'incarico a me affidato sono stato 2 o 3 mesi a fare il corso a Firenze precisamente alla Scuola di Sanità Militare.
    In una merceria interna alla caserma(monastero del '600)si compravano i rocchetti di filo, pura seta lucidissimi,ed il risultato era favoloso.
    Se avrai bisogno di informazioni chiedimele pure al seguente blog: http://lindadettaadnil.blogspot.com

    RispondiElimina
  45. Ciao anche io da militare facevo queste penne,era l'anno 1985/1986.
    Usavo del filo di seta che vendevano all'interno della caserma, nella merceria_sartoria.
    Per info contattami al seguente blog:
    http://lindadettaadnil.blogspot.com
    Saluti da Livorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se gentilmente me ne confezzioni un con il nome patrizia utilizando i colori rosso verde bianco ed giallo sono disposta a pagartela ti lascio il mio recaoito cellulare 3208151252 o se vuoi mi puoi contatare anche a mail baco66m@libero.it sono di milano in atesa ti rigrazio ciao

      Elimina
  46. Ti ringrazio Alex, caso mai ne approfitterò sicuramente. Ciao

    RispondiElimina
  47. Grazie ancora Alex/Linda... ma penso tu sia Alex. Io abito a Scandicci, vicino a Firenze.

    RispondiElimina
  48. Salve mi chiamo angelo e leggendo questo blog ho fatto un bel tuffo nel passato. Anche io al militare ne ho fatte (83/84)e dovrei averne ancora una. Ho trovato il filo di seta, è quello che serve per fare gli occhielli dei bottoni nelle giacche, il nonno di mia moglie che era sarto lo usava per quello. grazie ai vostri consigli provero a farne una in ricordo dei vecchi tempi. Saluti da Mondovi'(CN)

    RispondiElimina
  49. Ciao Angelo, mi fa moltissimo piacere sapere che questa collaborazione con Paolo sia utile. Quasi, quasi scrivo a Paolo e glielo dico. Sono sicura che farà molto piacere anche a lui. Buon lavoro!

    RispondiElimina
  50. Ciao, mio padre ha fatto il militare e anche lui a suo tempo fece numerosissime penne rivestite..
    e ad essere sincera sono fantastiche!
    Purtroppo, non si ricorda nemmeno un passaggio così non è mai stato in grado di spiegarmi..
    Oggi girando su internet mi è tornata la curiosità di imparare a farle e ho notato che c'è poco su internet!
    Così girando sono capitata sul tuo sito.. e seguendo tutti i tuoi e i consigli di Paolo sono riuscita a creare la mia prima penna, ma purtroppo ho avuto difficoltà nel chiuderla!
    Non sono stata in grado di concluderla..
    Potresti in qualche modo aiutarmi?
    Il massimo sarebbe un video!
    Grazie mille in ogni caso!
    La tua penna è bellissima!
    Luisa

    RispondiElimina
  51. Luisa mi fa piacere e anche Paolo sarà contento. So che ogni tanto passa di qui a vedere.
    Hai visto la mia penna finita?
    http://laura-fa.blogspot.com/2010/12/magie-di-internet-bic.html
    C'è una foto dove si vede la chiusura della penna.
    Leggi comunque benissimo l'ultimo aggiornamento di Paolo: devi fare tutti nodi.
    Per il video mi dispiace ma non sono attrezzata.
    Quello che potrei fare è mandarti una foto più grande della chiusura se mi scrivi il tuo indirizzo di posta. Fammi sapere e... mi piacerebbe vedere la tua biro finita e se vuoi metterla nel blog. Buon lavoro!

    RispondiElimina
  52. Luisa ti ho scritto e mandato la foto originale. Mandami pure le foto delle penne di tuo padre che le pubblicherò molto volentieri. Buon lavoro

    RispondiElimina
  53. Grazie ancora Laura,
    Ti ho rispondo all'email!

    RispondiElimina
  54. L'ho ricevuta Luisa ma non ho avuto il tempo di guardare le foto che mi hai mandato. Ti risponderò per e.mail. Buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehiiiii SCUSA Laura,volevo fare la parola LAZIO su penna non riesco a fare la ZETA e la O per favore Aiutamiiiiiiiiii!!!!!

      Elimina
    2. Laura per favore dimmi come fare la ZETA e la O XKè VORREI scrivere la parola LAZIO grazieeeee

      Elimina
  55. per faVORE TI SCONGIURO DIMMI COME FARE LA ZETA E LA LETTERA O DATO KE DEVO SCRIVERE LA PAROLA "LAZIO"

    RispondiElimina
  56. Anonimo mi sa che non ci capiamo, ti avevo chiesto il tuo nome e mi scrivi che vuoi fare la parola Lazio.
    Ok allora sarai la signorina Lazio.
    Quando vuoi fare una scritta prendi un foglio a quadretti e fai le tue prove fino a quando trovi il formato che ti piace di più. Comincia dalle lettere più difficili tipo la "Z" in questo caso, e secondo i quadretti che ti prende in altezza e in larghezza fai il resto delle lettere che ti interessano.
    Ho fatto una prova per te, la puoi scaricare da qui:
    http://imageshack.us/photo/my-images/832/lazios.jpg/

    RispondiElimina
  57. ciao a tutti, di penne cosi ne ho fatto una marea sotto naja, ora mi ricordo poco sono passati 25 anni :-( , cmq mi ricordo che era come diceva il signore di cui non hai messo emai, in piu io ad un certo punto a tre quarti di pennauscivo con i fili colorati , facevo facevo circa 10 -15 giri col filo madre poi rientravo, alla fine tagliavo a meta i fili rimasti fuori e li pettinavo , cosi' rimaneva una coroncina soffice, provero' a rifarne una e mettero' foto, il problema e' che non mi ricordo la chiusura !!!!!!!

    RispondiElimina
  58. Per la persona che ha commentato chiedendo se le facevo una biro con il nome Patrizia.
    Blogger non mi permette di pubblicare il tuo commento, non so come mai, ti rispondo comunque che non faccio cose per venderle. Ti ringrazio, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusami ma mi piacerebbe commissionare il confezionamento di penne come quelle che prepari tu,oltre che con il mio nome,patrizia appunto,anche con quelli dei miei figli simone federica alessandro e gabriele.siccome mi rendo conto che si tratta di una cosa impegnativa mi offro di pagare il servizise vorrai fornirmi informazioni a questo proposito te ne sono grata.ciao e grazie ancora

      Elimina
  59. Patrizia sono contenta che la penna ti piaccia ma non vendo niente di quello che faccio. Grazie e ciao

    RispondiElimina
  60. grazie comunque rivolgo lo stesso appello a chiunque sia in grado di aiutarmi grazie mille

    RispondiElimina
  61. Laura..sono Andrea..al momento sto facendo una penna enorme (3500 metri di filo per ora e non sono nemmeno a metà) per la mia amata..ho delle foto di un'altra vecchia penna che ho fatto anni fa per un'amica..vorrei sapere cosa ne pensi dato che uso una tecnica insegnatami da mio padre e il risultato è ben diverso..ps, il filo che ho visto dalle tue foto non credo sia quello più giusto..spero tu mi risponda :)come posso caricar delle foto o comunque fartele avere? mi chiamo vendrame andrea, cercami in facebook in caso ;) bacioni, a presto

    RispondiElimina
  62. Andrea non ti trovo su facebook, ne trovo almeno 3

    RispondiElimina
  63. :) all'omonimia non avevo pensato..scusami :) nella foto di profilo mi puoi riconoscere per una sorta di cravatta gialla eabito a Fossalta di Portogruaro..appena mi trovi ti invio le foto, ne farò alcune alla penna enorme di cui ti parlavo..e capirai quanto posso essere maniacale sui regali alla mia amata :) attendo il tuo "pick upping" :)

    RispondiElimina
  64. Cara Laura..non vedo le mie risposte pubblicate qui..comunque ti dicevo che dalla foto del mio profilo mi puoi riconoscere da una specie di cravatta gialla che indosso..appena riesci a trovarmi inviami pure la richiesta di amicizia e io ti contatterò subito :) a presto, un abbraccio, Andrea della penna enorme

    RispondiElimina
  65. Andrea ho attivato la moderazione dei commenti e fino a quando non li pubblico non li puoi vedere. Provo a cercarti con le tue indicazioni. Ciao

    RispondiElimina
  66. Trovato e inviata richiesta Andrea

    RispondiElimina
  67. Ciao Laura, vorrei pubblicare le foto della penna che ho realizzato in questi giorni ma non so come si fa.

    Ciao
    Angelo

    RispondiElimina
  68. ciao a tutti io vorrei comprare una penna per la mia ragazza ( dove posso trovarle?) grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, questa l'ho fatta io ma non ne faccio per venderle. Mi dispiace ma non ti so aiutare

      Elimina
    2. laura scusa sono patrizia di milano purtroppo non ho più visitato la pagina fino ad oggi,sarei interessata a rintracciare l,anonimo ce si è detto disponibile a prepararmi le penne,ma non so come rintracciarlo,ciao anonimo,sono di milano numero 3809903108

      Elimina
  69. ciao a tutti io vorrei regalare una penna alla mia ragazza ( dove la posso comprare?)

    RispondiElimina
  70. Buon giorno a tutti e ciao a te speciale Laura sono Paolo ho visto che ci siete riusciti a fare le penne con il nome e mi fa molto piacere purtoppo per un lungo periodo non ci sono stato e non ho visto più il blog ma sono adesso un po più libero e quindi sarà più facile per me collegarmi e vedere il blog comunque ti dico che puoi publicare la mia mail tu la sai non mi da noia se posso dare un piccolo aiuto ne sarei felice.
    Quanto a te Laura sono riuscito a vedere la tua penna ed è bella la chiusura è perfetta ti è sono venuti bene i nodi ed il pennacchio le lettere sono venute bene ma ti dico che la R è troppo simile alla A e quindi è difficile meglio brava. non sono riuscito a vedere nemmeno una foto delle altre persone forse mi sfugge qualche passaggio per visionarle.
    Vi posso dire che il prossimo lavoretto che farete è ricoprire una bottiglietta di liquore li estrattini io ne ho fatta una ed ea venuta molto bella.
    la bottiglia si comincia al contrario il pennacchio va sul collo.
    Ciao Laura è stato un piacere come sempre entrare nel blog
    ciao a tutti vado a tagliare le fragole dalla cucina mi hanno chiamato Buona domenica a tutti ciao Paolo

    RispondiElimina
  71. Bentornato Paolo, mi fa molto piacere rileggerti.
    Non sono sicura di aver capito bene, vuoi che metta la tua mail in modo da farti rintracciare da chi è interessato alle tue penne?
    Se mi dai l'autorizzazione lo faccio volentieri.
    A presto, grazie

    RispondiElimina
  72. si Laura hai capito bene puoi mettere la mia mail ciao a tutti Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo aiuto! Mi sa che dopo aver formattato il mio pc mi sono persa anche la tua email, me la potresti riscrivere? Anche qui se vuoi.
      Ti renderesti disponibile ad aiutare o a fare delle penne per chi le volesse?

      Elimina
    2. La biro che ho fatto con il tuo aiuto è questa però. L'hai vista vero?
      http://laura-fa.blogspot.it/2010/12/magie-di-internet-bic.html

      Elimina
  73. Ciao a tutti io li so fare veramente bene le biro le faccio Anne su rikiesta dato le ce la crisi mi do da fare a ki e interessato a. Mi può contattare su FB. Dino pupiddu. Ci SN Anke in bacheca

    RispondiElimina
  74. Ciao a tutti mi potete dire dove comprate il filo di seta , mio padre faceva scilli e centrini con questa tecnica e vorrebbe rifarlo ma non so dove trovare i fili e il pettinino .spero che qualcuno mi risponda grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'avevo trovato in merceria ma adesso non lo vendono più. Non so, mi dispiace

      Elimina
    2. Ciao Sabato Colantuoni POSSO AIUTARTI IO POSSO VEDERLI TI POSSO LASCIARE IL MIO CELL 3271458647, CHI ARRIVA PER PRIMO FA L'AFFARE

      Elimina